Educare alla conoscenza e al rispetto del nostro pianeta attraverso sensibilizzazione e bellezza, scoperta e creatività, riuso e riciclo, ecco l'obiettivo dei percorsi ecologici attraverso le arti e soprattutto la natura..in armonia con le terra.

 

Laboratori di  Ecologia e Arte

 

 

Elementi naturali, Le case delle fate e dei folletti – 3-7 anni

 

Un laboratorio tutto dedicato agli esseri magici che abitano la natura e la fantasia delle fiabe per bambini: gnomi, fate e folletti. Come e dove abitano? Costruiamo insieme le loro case magiche, fatte di creta, elementi della natura e ornamenti speciali…forse qualcuno di loro verrà ad abitarci!

 

La natura e i cinque sensi, “Se fossi un albero…” – 3-11 anni  (da svolgere in uno spazio naturale) 

 

Un laboratorio per scoprire come ci si sente ad essere un albero, attraverso l’osservazione, l’immaginazione, le emozioni, la fantasia e i sensi, per creare insieme un grande bosco in cui l’albero di ogni bambino prende forma, diventa colore e poesia

 

Luoghi che parlano, storie che nascono – 6-11 anni

 

Un laboratorio per osservare e ascoltare la natura, dando forma, attraverso la fantasia, alle storie che un luogo può raccontare: un albero, un campo di grano, una formica…diventano oggetto di scoperta e protagonisti delle storie create dai bambini. Così nasce l’amore e il legame con un luogo della natura del proprio territorio.

 

Riuso creativo, Lella Riciclella e la città bucata – 8-13 anni

 

Cosa fare dei rifiuti? Cose utili, giochi, opere d’arte! E di quelli che comunque buttiamo? La raccolta differenziata…come proteggere città e ambiente? Un laboratorio in compagnia di Lella Riciclella e delle sue storie, per diventare cittadini attivi e inventare modi creativi per trattare i rifiuti

 

 

 

Campi natura residenziali

 

Abitare la natura tra gioco, arte e tradizione

L’arte, il gioco e la convivenza, per scoprire e riscoprire la natura, vivere insieme le sue molteplici qualità, intrecciando i significati che nascono tra fantasia e osservazione dei fenomeni naturali, in un’esperienza residenziale dove quotidianità e creatività si arricchiscono reciprocamente.

(Luoghi da concordare)

 

Sentire il crepitio delle foglie secche, osservare i colori, toccare una roccia, abbracciare un albero, annusare gli odori del bosco, sono tutti momenti di incontro e di interpretazione della natura e degli ambienti che ci circondano, quegli ambienti che ci serbano molto da scoprire e da insegnare anche su noi stessi.

L’esperienza diretta e i processi creativi sono gli strumenti principali che il nostro lavoro utilizza, valorizzando l’approccio naturale e soggettivo, perché la conoscenza sia emotiva oltre che cognitiva, e si imprima a tutti i livelli della persona, perché la sensibilità stimolata e sviluppata attraverso l’espressività, diventi la base per amare e rispettare se stessi e l’ambiente, che è parte di noi e ci dà sostentamento. Soltanto facendo e scoprendo, con libertà creativa, in prima persona, l’esperienza diventa bagaglio e “scienza” personale.